Intervista a Luca Morganti

Buongiorno Luca, presentati ai nostri lettori…

Buongiorno a tutti. Mi chiamo Luca Morganti e sono novarese, classe 1990. Nasco come cantante ed interprete nel 2009, insieme ad amici, un po’ per gioco. Ho iniziato facendo jam session, serate nei locali, matrimoni e feste private e cantando soprattutto cover straniere… la tipica gavetta insomma.

Innamoratomi immediatamente del mondo della musica e di tutto quello che lo circonda, decido da subito di essere seguito da un vocal coach, proseguendo nel mio percorso conoscitivo fino ad oggi. 

La carriera inizialmente era incentrata maggiormente su esibizioni live ed intrattenimento ma nel 2012 conosco Federico Sapia, autore e compositore del novarese, col quale intraprendo un percorso che si sposta sempre più verso l’interpretativo e il cantautorato. 

Nel 2014 partecipo al Festival di Castrocaro, fermandomi ad un passo dalle fasi finali. 

Dopo svariati tentativi riesco a trovare la mia vena interpretativa, grazie a ‘Lego’, il mio primo singolo, prodotto da McHub Studio Italia e scritto a quattro mani con Federico Sapia, al quale va anche il merito dell’arrangiamento e della produzione. 

In cantiere c’è già il secondo pezzo.

Trovo personalmente molto bello il messaggio di LEGO, ci racconti come è nato il brano?

Questo brano nasce da un’esperienza personale e dall’esigenza di esternarla, buttarla fuori. Quale miglior modo se non scriverci una canzone?

Quindi mi sono rivolto al produttore nonché caro amico Federico Sapia, in arte McAllister, esternandogli i miei pensieri e le mie angosce di quel periodo. Il resto è venuto fuori molto naturalmente… È una canzone che si è ‘scritta da se’, semplicemente lasciando fluire pensieri ed esperienze.

Il testo, incentrato sull’amore e sulla difficoltà di viverlo generosamente, senza privarsi dei propri sogni, è figlio dei giorni nostri, dove amore ed egoismo sono in continua lotta tra di loro. Dubbi e perplessità che emergono durante la vita quando, di fronte a delle scelte, non si ha la certezza di dove si andrà a finire. 

Il ricordo di un’infanzia in cui, con la semplice immaginazione, è tutto facile da costruire come un Lego, viene messo in discussione dal dubbio che ciò che costruisci possa rimanere in piedi se sei solo. Il brano si conclude con la speranza, che ognuno di noi ha nel proprio cuore, di trovare la persona giusta con cui condividere i propri sogni ed il proprio percorso. 

– Progetti futuri?

In cantiere c’è già il secondo pezzo, un racconto della mia vita artistica, dagli albori ad oggi. Un brano molto fresh, con un ritmo incalzante… non potrete non ballarlo!!

Nei progetti futuri c’è sicuramente l’idea e la voglia di incidere un EP di canzoni mie, sperando in una risposta sempre più positiva da parte del pubblico.

Sono un artista senza troppe aspettative ma con una grandissima voglia di cantare e soprattutto di far cantare le mie canzoni ad un pubblico sempre più vasto. 

Sogno nel cassetto?

Sicuramente mi piacerebbe vivere di musica, in tutte le sue sfaccettature, dai live al lavoro in studio. La speranza è di essere visto ed ascoltato da un pubblico sempre maggiore, senza però scendere a troppi compromessi. La rincorsa del mainstream ad oggi è un percorso molto difficile ed articolato… ma mai dire mai!

Ci lasci i tuoi contatti?

‘Lego’ è su tutte le piattaforme musicali.

Trovate Luca Morganti su:

www.youtube.com/watch?v=dgRmDYzcPJI&ab_channel=LucaMorganti

Facebook  https://www.facebook.com/luca.morganti.391

https://www.instagram.com/_luca_morganti_/                               

Indirizzo e numero di telefono per ora no… ci siamo appena conosciuti!! Ahahaha

Grazie per il tempo dedicatoci e buona musica.

Desa-comunicazioni

Share

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -
Share
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram