L’Apologia del kebab di Francesco Pecs feat. Brattini

Chi canta l’Apologia del kebab?

L’Apologia del kebab è il nuovo brano di Francesco Pecs realizzato insieme all’artista Brattini, rapper e producer di Torino. Per chi non abbia letto la mia intervista a Francesco Pecs vi faccio una sintesi davvero minimal. L’autore dell’Apologia del kebab è un cantautore marchigiano dalla r moscia e la personalità marcata.

Il suo precedente brano è Ah! Fantasia. Un brano interessante, orecchiabile, con luoghi comune trattati in maniera tutt’altro che comune, un po’ come unico è il videoclip di questo brano con riferimenti all’attualità, al periodo di lockdown che abbiamo da poco vissuto, alla chiusura, costretta, di luoghi d’arte, teatri e quant’altro.

Apologia del kebab – Francesco Pecs, Brattini

Un brano così non si dimentica facilmente. Il chiaro riferimento al piatto tipico della cucina turca è un espediente bello e buono, in tutti i sensi. É un appuntamento fisso, quello di andare a prendere un kebab, che unisce chiunque senza differenze. Si sente nel brano questo voler rappresentare la realtà vissuta da chi lo canta, vissuta da tantissime persone e un po’ anche da me quando con amici, colleghi, mi sono ritrovata a prendere un kebab, alle 5 di mattina o alle 9 di sera, come se fosse un rituale.

Dal mio kebabbaro non si parla di calcio perché dice che poi diventiamo violenti. Quindi parliamo d’altro, tipo dei movimenti dei curdi tra i confini di uno stato e di un altro. Ci sentiamo d’ovunque ma di nessun posto. Il prezzo del panino che mangio non è il suo costo. Ma di che parliamo? dimmi di te piuttosto. Colgo l’occasione per dare un altro morso.

Apologia del kebab – Francesco Pecs feat. Brattini

ANTEPRIMA VIDEOCLIP APOLOGIA DEL KEBAB INDIELIFE.IT

Il kebab come rituale

Andare a prendere un kebab è come il vecchio, sempre verde, concetto di andare a prendere un caffè insieme, almeno così pare nel brano di Francesco Pecs e Brattini. É evidente nel racconto del brano Apologia del kebab che ci siano due persone che scambiano quattro chiacchiere al tavolo di un kebabbaro, così come è evidente che non siano chiacchiere qualsiasi, ma un po’ più difficili da gestire, e non solo per la necessità di interrompersi tra un morso e l’altro.

 VIDEOCLIP APOLOGIA DEL KEBAB INDIELIFE.IT

Sì, si parla di politica, ma senza appesantirsi, insomma come si farebbe in una cena tra amici, o tra due persone che si stanno conoscendo. Leggerezza, buona compagnia, pensieri sparsi e un buon ritmo: sono queste alcune parole rappresentative di questo pezzo che sia Francesco Pecs che Brattini costruiscono a regola d’arte nel classico fluire di strofa cantata, scusatemi il termine, ritornello e strofa rap; Un po’ uno stile retrò che si fa apprezzare.

Musica live, musica digitale

Francesco Pecs lo puoi sentire su Spotify, su YouTube e in qualche locale della penisola. Seguilo su Facebook e Instagram per sapere le date e le nuove uscite del musicista/cantautore marchigiano.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le nuove uscite e per non perderti nemmeno un articolo dei nostri autori! Basta solo la tua mail!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui