Nei Luoghi Sacri di Svevo Susa – Intervista

Author

Categories

Share

Luoghi Sacri è il nuovo singolo dell’artista romano Svevo Susa, un brano che “descrive il frastuono del primo incontro: uno scambio di sguardi che getta una luce improvvisa sulle ombre del passato“. Il brano è stato rilasciato lo scorso 23 giugno per Rivoluzione Dischi/Pirames International.

Si tratta di un brano caratterizzato da un sound elettronico e da un testo che è la perfetta fotografia di un preciso istante, quello del primo incontro.

Luoghi Sacri Svevo Susa

Noi abbiamo fatto quattro chiacchiere con Svevo Susa per parlare un po’ del brano e di tante altre cose:

“Luoghi Sacri” è un brano particolare, all’inizio molto cupo ma che man mano si apre raggiungendo il culmine nel ritornello, il tutto circondato da sonorità elettroniche. Ci racconti com’è nato questo pezzo? Quali sono le emozioni principali che ti hanno guidato?

Ero ad un concerto a Portonaccio e nella folla ho visto il volto più bello di Roma, credo, e BOOM! Mi è partita la testa per qualche mese, uno schianto potente. Il ritornello l’avevo già in testa una manciata di minuti dopo…

Ascoltando “Luoghi Sacri” mi è venuta una gran voglia di tornare a ballare nei locali e a saltare ai concerti, senza pensieri né distanze e mascherine. Tu come hai vissuto il periodo di “black out” della musica dal vivo? 

Malissimo, devo dire. Sono un gran fruitore di concerti e serate in generale. Mi sono ridotto a ballare e cantare a casa come quegli adolescenti mannari sociopatici dei film americani: una tragedia. 

“Luoghi Sacri” è l’anteprima di un EP che uscirà il prossimo autunno. Puoi anticiparci qualcosa?

Sarà un concept EP che avrà come filo conduttore la promessa di devozione nei confronti del soggetto amato. Saranno preghiere profane, la mia personale pastorale urbana.

So che sei appassionato di poesia, infatti definisci il tuo genere musicale “Carmina”. C’è un autore che ami particolarmente o che pensi possa aver avuto una certa influenza sui tuoi brani? 

C’è un autore dei nostri giorni poco conosciuto in Italia che non scrive poesie, scrive folgori bianche che ti spaccano le ossa. Si chiama Ocean Vuong ed è un genio assoluto. Lui mi fa impazzire. Ma crescendo il più letto è stato sicuramente Saba. 

Grazie mille!

Abbiamo inserito Luoghi Sacri di Svevo Susa nella nostra playlist dedicata agli artisti emergenti.

Author

Share