Vaporwave è il nuovo ep di 4Est

Author

Categories

Share

4Est pubblica Vaporwave, il suo nuovo ep

4Est è un eclettico asrtista partenopeo: non si può pensare altro ascoltando per la prima volta Vaporwave, il suo nuovo Ep uscito a luglio.
Quattro tracce che spaziano dall’hip hop alla trap e che dimostrano un’ottima padronanza linguistica e una grande capacità di incastrare rime sulle basi prodotte da PPPolcari, A. Gironacci e Frodyte.

Vaporwave: una title-track fedele al genere

Secondo Vaporwaveitalia, la Vaporwave è “una corrente artistica che nasce rappresentando con nostalgia un passato futuristico che non è mai esistito. E la sua prima incarnazione è un connubio di musica e immagini finto vintage.” Musicalmente, si parla di campionamenti anni ’80/’90 su basi elettroniche downtempo.
4Est dimostra di sapere che cosa sia e, grazie all’aiuto di Frodyte al mixer crea un brano quasi psichedelico: la base appare lontanissima (soprattutto in cuffia), il ritornello in inglese aggiunge al testo quasi nonsense la giusta dimensione esotica ed eterea propria del genere.
Anche se non tutto l’Ep manterrà queste sonorità, la canzone eponima è estremamente affascinante.

Frankenstein: contro l’esclusione

Il titolo evoca un personaggio leggendario della letteratura horror, e il testo, oltre alla bellezza metrica, tratta anche una questione profonda: il giudizio altrui.
Il protagonista racconta di essere definito “mostro” e riflette sul fatto che in fondo nessuno può definirsi immacolato e senza colpe; ciò che è certo, comunque, è che i veri mostri sono altri. La morale è chiara: chi esclude, diffonde pregiudizi e insulta rovinando ed isolando qualcun altro è il primo a rendersi protagonista di comportamenti mostruosi.
Con Frankenstein, però, 4Est sciorina una serie di giochi di parole estremamente efficaci, tanto più che arrivano in apertura:

Dove vai? Cosa fai? Come stai, Frankenstein?
Cosa fai? Cosa fai? Dove vai? Come stai?
Non mi ricordo da quant’è che non penso,
poi se penso non penso sia importante che pensi (penso).

Erro404 e Alieni: il resto dell’Ep

Con Error404 e Alieni termina la rassegna dei brani presenti in Vaporwave.
Due brani molto diversi, uno che incrocia le sonorità della title-track con la trap classica, facendo da base ad un testo enigmatico e pieno di giochi di parole, l’altro quasi pop dato il lunghissimo pre-chorus.
Il livello dell’Ep non si abbassa, anche se i momenti caldi sono sicuramente gli altri due.
In ogni caso, 4Est dimostra grande capacità lirica, che in prospettiva e con le giuste produzioni (che finora sta centrando in pieno) può ottenere davvero qualcosa anche in un pubblico ampio, se non mainstream.


Author

Share