Colourwave: i tropici-synth dei Belau

Articolo precedenteMargherita Come va?
Articolo successivoArt ‘Pieces’ by LABADANzky
Music Factory
La prima piattaforma di Project Management Musicale ti aspetta! Scopri di più

Colourwave è il nuovo progetto dei Belau

Dopo The Odyssey, il duo synth-pop Belau ha fatto uscire, quest’estate, Colourwave. Il loro secondo disco viene ora ri-pubblicato in versione deluxe.
Già con la sua prima fatica questo gruppo aveva ottenuto riconoscimenti e passaggi radiofonici; il secondo lavoro sulla lunga distanza è un tributo alle atmosfere delle isole tropicali, assumendo tinte ambient e chillout.

Colourwave: sintetizzatori caraibici

L’unione di suoni naturali e sintetizzatori costruisce un tappeto calmo ed avvolgente su cui si stagliano le voci delle numerose artiste che hanno collaborato al disco.
L’effetto è sia rilassante che sensuale e porta l’ascoltatore a scegliere se concentrarsi sulle finezze della produzione e sulla bellezza del cantato o perdersi nell’effetto complessivo che restituisce Colourwave.
Togheter alone, con Belle Doron, o Rapture, featuring Kristine Stubbe Teglbjaerg, sono solo due esempi della capacità di costruire atmosfere e brani unendo vocalità e strumenti elettronici.
Ma in questo loro secondo Lp, i Belau si concedono anche un paio di brani esclusivamente elettronici, cioè Natural Pool e B.E.A.C.H. Qui naturalmente la dimensione tropicale viene un po’ a perdersi sfociando nella pura elettronica, anche se le atmosfere marittime si sentono nell’utilizzo di effetti che richiamano lo scroscio delle onde e i ritmi latino-tribali (campanacci, woodblock e clavette).

Contenuti bonus per un disco d’atmosfera

Infine, essendo una versione deluxe, non possono mancare i contenuti extra: nel caso di questo album, gli ultimi sei brani sono bonus track, tra live, remix e versioni alternative.
Al ritorno sulle scene (e ai mixer), i Belau consegnano un disco che spicca per personalità, una sorta di concept elettronico in cui il leitmotiv non è tanto lo sviluppo di un tema quanto il tipo di emozioni e sensazioni create. Il riferimento al caldo delle isole oceaniche è evidente, ed è rievocato con classe e in modo mai noioso. Colourwave è un disco che merita di essere ascoltato.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le nuove uscite e per non perderti nemmeno un articolo dei nostri autori! Basta solo la tua mail!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Music Factory
La prima piattaforma di Project Management Musicale ti aspetta! Scopri di più