“Come conchiglie”, il nuovo brano dei Fast Animals and Slow Kids

Author

Categories

Share

Si intitola Come conchiglie il nuovo brano dei Fast Animals and Slow Kids (Fask per gli amici), rilasciato venerdì 8 maggio.

Il difficile momento che stiamo vivendo ha colpito duramente tante realtà, e fra queste vi sono il mondo dello spettacolo e della musica. Il 7 maggio i Fask avrebbero dovuto suonare all’Alcatraz di Milano, nel pieno del loro tour primaverile.

Come conchiglie – Fast Animals and Slow Kids

Aimone Romizi, il cantante della band, ha annunciato l’uscita del nuovo brano Come conchiglie tramite un video IGTV, in cui parla a nome di tutto il gruppo. Ma se a prima vista può sembrare un semplice discorso montato per spiegare e giustificare un brano uscito in fretta “a discapito della qualità”, dietro c’è molto di più.

Prima di tutto, ci sono gli occhi spenti di Aimone. Lui che ai concerti era il primo a far casino, a saltare, a urlare e a tuffarsi sul suo pubblico per sentirlo più vicino e farsi trascinare. C’è il cuore della band che come un pendolo oscilla “fra la rabbia ed il dolore”. C’è la voglia di ritornare a calcare quei palchi che, forse, erano davvero la felicità.

Certo, in questo periodo assurdo, in cui il destino della musica resta incerto, quello di ritornare a suonare e a godersi dei concerti dal vivo è un desiderio comune. Ma chi abbia mai assistito ad un live dei Fask conosce benissimo la capacità che hanno di trasmettere al pubblico la propria passione per la musica. Passione fatta di grandi emozioni ma anche di sudore e momenti duri.

Come conchiglie è una carezza delicata, è un pezzo intimo e fragile, figlio di questo momento difficile. Ma non è un brano che parla di Covid e lockdown. È una canzone che parla dellacaducità dell’esistenza umana“.

In Come conchiglie c’è la voglia di tornare a fare musica, c’è il desiderio di non abbandonarsi per non abbandonare noi fan. C’è il bisogno di restare all’ascolto e dimenticare al più presto quello che sta succedendo, per tornare insieme a vivere la musica.

Avrò il mio guscio e sarà per sempre, perché l’ho costruito di musica“.

Non dimenticare di leggere il nostro articolo dedicato alla musica da ascoltare in quarantena.

Author

Share