Il Sorriso di Scarda

Il Sorriso di Scarda

Domenico Scardamaglio, in arte Scarda, è un artista napoletano con un gran senso dell’ironia. L’ho scoperto al Monk a inizio ottobre ed è stata davvero una grande emozione. Il concerto delle 19, che ricorda un po’ le discoteche pomeridiane da adolescenti, è stato una bella alternativa all’aperitivo.

Smetto Quando Voglio e altre storie

Tra i singoli di successo di Scarda c’è Smetto quando voglio la soundtrack del film omonimo con cui Scarda si è guadagnato la candidatura ai David di Donatello. Lui l’ha presentato con molto umiltà insieme agli altri brani eseguiti al concerto, con chitarra e coro del pubblico a fare da seguito. Tra i pezzi più emozionanti della serata tratti dall’album Tormentone, prodotto da Bianca Dischi (2018), ci sono Non relazione, Giulia, Palazzina Gialla e i più cantati Bianca e Sorriso.

Chi vive in una palazzina gialla?

Scarda sa benissimo che i suoi pezzi non mancano di malinconia ecco perché, durante il concerto al Monk, ha introdotto ogni brano con ironia. Su un piccolo palco con una chitarra in mano Scarda è riuscito a creare un grande contatto umano con il suo pubblico nonostante le mascherine che svolazzavano tra un coro e un altro e la distanza di sicurezza tra le persone.

Scarda, foto di Valentina Cino (concerto Monk)
Scarda (Monk) foto Valentina Cino

I Piedi sul Cruscotto

Il primo album di Scarda è I Piedi sul Cruscotto. Tra i singoli più noti e cantati da Scarda e dal pubblico al concerto al Monk ci sono i pezzi Gina, Io lo so, Il suo bene e il noto brano Smetto Quando Voglio. Inoltre tra i più richiesti c’è stato Distrutto (2019). Un brano difficile da ascoltare senza lasciarsi catturare dalla sua forza:

So che cosa pensi, dentro quei silenzi
che alla fine è meglio se ci siamo persi.
Io ricordo tutto, io volevo tutto
ma l’ho stretto troppo forte e l’ho distrutto.

C’è sempre un aspetto nostalgico e malinconico nei brani di Scarda che, affrontato con una camicia hawaiana e degli occhialetti da sole, risulta assurdamente dolce e felice. Consiglio a tutti di andare a un concerto di Scarda e ascoltare i suoi brani con molta attenzione!

Leggi la mia ultima intervista su Indielife a Itaca Reveski! Enjoy!

Share

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le nuove uscite e per non perderti nemmeno un articolo dei nostri autori! Basta solo la tua mail!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Share