BISKBOY: il lato oscuro della trap

Author

Categories

Share

È in rotazione streaming su Spotify e nella versione video su YouTube “FREDDO” il nuovo singolo di BiskBoy, artista hip-hop trap, prodotto da J2L.

Un brano pervaso da un ritmo ripetitivo e glaciale, legato alle tematiche più tipiche della trap, che rappresenta per l’artista un trampolino di lancio per un ritaglio di notorietà, nel panorama Underground emergente.

A distanza di un mese dalla pubblicazione del brano, che già vola su Spotify con oltre 40mila ascolti, abbiamo voluto tirare le somme con BiskBoy:

Freddo, è uscito da poco più di un mese. Sei contento dei feedback che stai ricevendo? 

Si sono molto contento. Sto raggiungendo dei risultati apprezzabili, considerando che piattaforme come YouTube, ad esempio, non mi stanno aiutando affatto. Purtroppo la trap è sempre penalizzata, e continuano a mettermi restrizioni ai video. “Mauro Icardi” è stato anche bloccato e non ne capisco il motivo, dato che immagini e testi sono sì crudi, ma possono benissimo essere paragonati a quelli di video e brani trap che negli ultimi anni sono andati virali proprio sulle piattaforme streaming.


Oltre 40mila ascolti su Spotify e circa 30mila su YouTube, sono un punto di arrivo o un trampilino di lancio?

Sicuramente un trampolino di lancio credo di essere molto forte in quello che faccio e come artista. Il mio obiettivo è salire in vetta e non mi fermerò qui.


Parlaci di te come nasce BiskBoy?

BiskBoy sono io dal giorno uno. Sono da sempre Bisk per gli amici e alcuni mi chiamano Boy, quindi ho deciso di unire i due nomi in BiskBoy che in inglese significa RagazzoBiscotto (bisk è l’abbreviativo di bisquit e boy significa ragazzo). Mi è sempre piaciuto sentirmi chiamare Bisk, perché amo i biscotti e la cookies (californiana) comunque oltre all’origine del mio nome, il fatto che faccio trap non è arrivato dal nulla, perché sono cresciuto in un contesto trap; dalla vita di strada fino alla passione per la musica trap… negli anni ho sempre coltivato questa mia indole ribelle, ma solo da poco ho iniziato a fare sul serio.

Purtroppo mi ha fatto perdere molto tempo un incidente stradale. Ne sono uscito piuttosto malconcio e la riabilitazione ha richiesto oltre due anni, inoltre ho perso il mio migliore amico. Comunque ora sto bene e sono pronto a prendermi tutto quello che merito.


A quali artisti ti ispiri? Hai dei punti di riferimento?

Mmmm… vediamo i miei artisti preferiti a cui mi ispiro sono A$ap Rocky che ascolto da sempre e Chief Keef. Dei nuovi artisti ascolto molto Pop Smoke, xxx Tentacion, Juice Wrld e Travis Scott.

Della musica trap se ne parla molto in questo periodo, anche con senso critico perché i testi raccontanto spesso storie di droga e violenza. Tu cosa ne pensi? È solo un modo per fare arte, o c’è dell’altro?

Per come la vedo io la trap è uno stile di vita, e come dici tu nelle canzoni molto spesso si parla di violenza e droga. Ma cosa vuoi che ti racconti un ragazzo di 20/25 anni che vive nel 2020? Chi è che non si è mai fumato una canna? E gli episodi di violenza sono all’ordine del giorno. Comunque la trap va ben oltre questo, fortunatamente tutto prende una forma d’arte, perché attraverso la musica ci si può esprimere. Ed io utilizzo la musica per raccontare il mio trascorso e le esperienze che mi hanno portato ad essere me stesso, ovvero BiskBoy.

Con la musica posso esprimere il mio stato d’animo in un determinato momento, quando sto con la gang, o quando indosso un determinato capo firmato. Il tutto prende una forma d’arte personale che secondo me è valorizzata dal contesto e dagli anni in cui viviamo.

Da 10 anni a questa parte la vita che molti ragazzi di oggi stanno vivendo si può definire “trap”.

Io sono fortunato perché riesco a trasmettere quello che sento nelle canzoni e a creare un sound figo ogni volta, e non è banale come cosa…


Cosa bolle in pentola? Progetti futuri? 

Beh, di progetti ne ho tanti in cantiere. Le canzoni che ho pubblicato sono solo una piccola parte del progetto BiskBoy.

Presto uscirà una nuova trapshit e spero molto presto un album.

Adesso con l’emergenza sanitaria in atto non ho potuto lavorare in studio, con il mio producer J2L, ma spero di ripartire al più presto.

FLM

Author

Share