Squotto il mondo: emozionare con la verità. Intervista a MITRA

Squotto il Mondo è il singolo e video di MITRA uscito per KML Records: «un pezzo grezzo, un po’ in italiano e un po’ in dialetto e in inglese». Un brano vero e sincero. Abbiamo conversato con l’Artista ed ecco cosa ci ha raccontato…

Ciao MITRA e benvenuta su Indie Life, parlaci di te, da dove vieni e dove vorresti andare…
Ciao! Sono Maria Teresa Mastrodonato, in arte Mitra, nata e cresciuta a Bitonto provincia di Bari, Sud Italia. Per ora vivo ad Amsterdam e qui ho la mia etichetta. Posso dire che finalmente voglio stare qui. Non ho desiderio di spostarmi in questo momento. Ho bisogno di un punto fisso, per buttare fuori tutte le idee raccolte in questi anni e penso che questo sia quello giusto, se qui sta accadendo.

MITRA è un nome un po’ inconsueto, ci racconti come mai di questa scelta e che significato ha?
Prima portavo il nome di Ansia Felice, (Coming from the street – Ansia Felice) e possiamo trovare qualche lavoro su Youtube e Soundcloud. Avevo problemi d’ansia anche quando ero troppo Felice. Quando finalmente sono riuscita a controllarla, a placare il respiro e trasformarla in Energia nacque Mitra. M di Maria e T di Teresa. Nonché le iniziali delle sillabe del nome Mi/Tra. Sono una persona molto energetica spesso iperattiva, troppo istintiva e quando parto appunto mi sento un mitra e chi mi conosce sa che è la verità. Senza parlare che in portoghese significa grezzo, rozzo. Quindi ci siamo proprio! Le scritture sono inoltre una delle armi più antiche, ed io mi sento davvero connessa al mondo arcaico. Per questo il nome di un’arma.

So che hai iniziato a scrivere da giovanissima, ma hai tenuto tutto dentro un cassetto. Ora pubblichi “Squotto il Mondo”. Come mai proprio ora? Il momento era maturo?
Beh, ho sempre tenuto stretto il mio cassetto. Per anni scrivevo solo per me, per sfogo, per incanalare la mia rabbia, per comprendere le mie domande e cercarne le risposte, scrivevo… E mi faceva star bene. Quando ho sentito davvero confidenza fra le mie poesie e la musica. Quando sono riuscita a dirmi “ok ora si mi piace come suona”. Ho capito che ero pronta, pronta… diciamo che sono all’inizio e di sicuro migliorerò ogni secondo sempre di più, perchè non si può mai smettere di apprendere, conoscere e migliorarsi. “Squotto il mondo” è solo la prima traccia di un Ep bello tosto vero e pieno di emozioni. E sì, penso sia proprio il momento giusto!

Parliamo del testo di questo brano. Spiegaci di cosa parla e a chi vuole rivolgersi.
Parlo della mia vita e di quello che vedo e provo. Quello che vorrei succedesse. Le nostre generazioni sono abbastanza istruite per occupare il mondo e farlo rinascere, in tutti i lati, in tutti i fronti. Solo che siamo dormienti, e mi metto anche io in mezzo. Come se ci avessero spento le coscienze e cerchiamo in tutti i modi di accenderle, ma spesso il modo è quello sbagliato. Droghe, crew, gang, io ho incontrato tanta di quella gente… Le incontri di persona, energia pari a zero e nel web sembrano tutti leader, alfa… profeti addirittura! Tutto finto. “Squotto il mondo” è un urlo di resistenza per chi come me ancora sa che la strada è una cosa, il web un’altra.

So che c’è una persona che musicalmente ti ha seguito in questa avventura. Parlaci di lui… e di come vi siete incontrati?
Certo. Si chiama Alessio D’urso in arte Doc Ketamer, è il mio producer. Gli sono davvero grata. Mai nessuno s’era fermato ad ascoltare i miei testi come ha fatto e fa lui. Ti carica, ti insegna, ti sprona. L’ho aspettato per tanto tempo. E’ una persona umile, pieno di risorse, pieno di idee e di melodie fantastiche. Ha un senso dell’umorismo che trasforma anche la giornata più uggiosa in una giornata semplicemente divertente. Nell’ambito della musica trovare gente onesta è davvero difficile e aver incontrato lui per me è già un gran traguardo! L’ho contattato io, dopo una festa organizzata da lui, in un club fichissimo al nord di Amsterdam! Dopo aver danzato tutta la notte corsi a casa a cercare il più possibile su di lui e quando trovai la sua pagina KML non ho esitato a mandargli ogni mia singola traccia. Mi rispose subito e da subito con quel sorriso ingenuo che molti adulti perdono lungo il cammino, mi ha accolta nella sua etichetta dove sto crescendo tantissimo come artista e donna!

“Squotto il Mondo” ha anche un videoclip. Chi l’ha realizzato? Sei soddisfatta del risultato finale?
Il video l’ha realizzato Domenico Ianuzzi in arte Bore. Un grandissimo personaggio, pieno di idee e super attivo. Sì, sono davvero contenta del suo lavoro e spero di poter fare molti altri videoclip con lui.

MITRA ha una specie di messaggio universale che vuole trasmettere con le sue canzoni? Qual è?
Emozionare con la verità. Risvegliare le coscienze da questo dormiente secolo.

In programma ho sentito dire che c’è anche un disco, vorresti svelare qualche piccolo scoop ai nostri lettori?
Beh, mi sa che bisogna chiedere al Producer. Per qualsiasi domanda inerente il nostro lavoro futuro… io manterrò il silenzio! Solo lui lo potrà rompere ?

Invece i prossimi progetti di vita di Maria Teresa Mastrodonato quali sono?
Preferisco mantenere privata la mia vita. Non deve interessare al pubblico quella che è Maria Teresa, ma solo Mitra. Spero che il mio pubblico rispetterà questa mia decisione.

A presto MITRA, speriamo di ascoltare in futuro ancora tanta musica tua.
Grazie mille a presto!

Contatti

Share

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le nuove uscite e per non perderti nemmeno un articolo dei nostri autori! Basta solo la tua mail!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Share