L’ULTIMO RESPIRO

Author

Categories

Share

Una moglie morta. Un collega, che è come un fratello, scomparso improvvisamente. È un fardello troppo pesante per l’agente dell’FBI John Bay che deve seguire le tracce dell’Annegatore. Per John non sarà facile ignorare il passato e concentrarsi sul suo lavoro.

L’AUTORE:

Luigi Martinuzzi è un ragazzo che vive a Portogruoaro (VE). Si è diplomato come operatore Shiatsu ed un appassionato di testi di alchimia. Ha sempre coltivato il suo sogno di diventare scrittore, ed inizia a scrivere racconti nel 1997. La svolta verso quel sogno avviene quando ha l’idea che lo porterà a scrivere il suo romanzo d’esordio “L’ultimo Respiro”. Dalle sue pagine social traspare tutta la sua passione per i libri e la gentilezza che mette in ogni suo gesto. Quando hai piacere a seguire un autore così gentile, ti viene naturale immergerti nelle sue storie.

LA TRAMA:

Questa storia, che ti toglie il respiro, si svolge a Sprinfield Massachusetts. Sprinfield è il teatro dove l’Annegatore sceglie d’agire, ma è anche la città di John Bay. l’Agente sembra risvegliarsi da un incubo iniziato dopo la morte di sua moglie Lucy. I numerosi successi ottenuti al lavoro con il suo collega fraterno Simon Lower, lo hanno aiuto non poco. Ma il destino sembra mettergli di nuovo i bastoni fra le ruote. Proprio quando John inizia a lavorare sull’Annegatore, il suo amico Simon muore. Il serial killer che sta traumatizzando l’intera città sembra avere una passione per l’acqua. Sceglie il prezioso liquido per “Purificare” le anime delle sue vittime, ed ha una passione speciale proprio per l’agente John. Il bravo poliziotto cerca di rimanere a galla ma sembra annegare proprio in quell’acqua utilizzata dal serial killer. Nel frattempo il passato continua a tormentarlo innescando una lotta senza quartiere. Il teatro d’azione non è più solo Sprinfield, ora anche la mente tormentata di John entra a far parte del gioco assurdo innescato dall’assassino. L’uomo che sceglie di annegare le sue vittime è uno squilibrato convinto di stare dalla parte del giusto. Ritene che la vite delle sue vittime siano immerse nel peccato e che lui è l’unico che può salvarle, “purificandole”. L’Annegatore non è solo un pazzo, è molto furbo ed agisce nell’ombra. Come un fantasma compie le sue atroci azioni e scompare nel buio da dove è venuto. Vuole John e lo tormenta con messaggi terrificanti. La danza macabra che innesca nella mente già provata dell’agente, è forse ancor più terrificante dei modi che usa per uccidere le sue vittime.

RIFLESSIONE PERSONALE:

Chi ama il genere thriller, amerà questa storia fin dalle prime pagine. Il giovane scrittore Luigi Martinuzzi riesce a creare, con maestria e sapienza, una trama dagli intrighi e dai colpi di scena sorprendenti. Una piccola cittadina americana è il palcoscenico adatto per assistere ad una lotta tra il bene e il male che in questa storia assumono le sembianze di un Serial Killer pazzo, e di un agente tormentato dal suo passato. I profili umani e le paure dei personaggi, vengono descritti con bravura e passione a tal punto che il lettore veste letteralmente i panni dei protagonisti, vivendo la storia in ogni pagina.

Personalmente sono stato catturato sia dalla storia che dall’autore che, attraverso i suoi libri, trasmette tutta la sua passione per le trame noir. La sua scrittura semplice e travolgente, ti prende per mano e ti conduce nel suo mondo fatto di suspance e vita vissuta sempre sulla corsia di sorpasso.

Non puoi pensare di metterti comodo ed iniziare a leggere un libro se tra le mani hai un suo romanzo, il fisico rimarrà fermo, ma la mente viaggerà superando i confini dello spazio e del tempo.

immagini prese da Google immagini

Simone Clementi

Author

Share