Intervista a Thomas Libero

Oggi siamo in compagnia di un talentoso musicista e compositore; Thomas Libero.

  • Buongiorno e ben ritrovato Thomas, volevamo farti alcune domande riguardo al tuo nuovo lavoro intitolato “ Favole”. Ci racconti com’è nato il brano?

Ciao! “Favole” è il mio terzo singolo ufficiale in italiano e fa parte di un progetto a cui avevo iniziato a dare vita nel 2019, ma al quale lavoravo già dalla fine del 2017. Purtroppo tra impegni con altri artisti e la pandemia ho dovuto cambiare i piani più volte e quindi invece di pubblicare un singolo ogni 2 o 3 mesi, ci ho messo quasi 2 anni per 2 singoli. I fan non sono rimasti a bocca asciutta perchè in questi 2 anni ho pubblicato tantissimi lavori, incluso un album (Songs From The Lockdown I ndr), ma il progetto italiano è stato poco costante lo ammetto. “Favole” avrebbe dovuto essere il primo singolo di questa avventura, ma considerando una serie di cose, sapevo che se l’avessi pubblicato nel 2019 al posto di “Nella Notte” non avrei ottenuto il riscontro meritato, cosa che invece sta succedendo in questi giorni. Negli ultimi anni sto maturando molto velocemente e sto capendo chi sono, questo mi ha aiutato molto in fase compositiva, per quanto riguarda la musica invece, sono semplicemente 4 o 5 accordi utilizzati migliaia di volte ma che funzionano, anche molto bene direi. Se volete musica tecnica e piena di virtuosismi, non vi consiglio la mia. 

  • Abbiamo visto che sei  già in programmazione radiofonica, che aspettative hai da questo nuovo lavoro?

Si! Ed è davvero fantastico, il 14enne emarginato che è in me fatica ancora a credere di aver avuto ben 3 canzoni in rotazione nazionale ed essere entrato già 2 volte in top 100. Ormai non do più peso ai numeri, però avere un’altra canzone in top 100 e magari superare i singoli precedenti sarebbe molto bello. Dai riscontri che sto ottenendo attraverso i commenti e i messaggi dai fan, questa canzone li ha toccati in modo particolare e questo non ha davvero prezzo, alla fine, riuscire ad avvicinare le persone, farle sentire meno sole, dar loro forza e soprattutto fare tutto questo essendo semplicemente me stesso è la cosa più bella che potesse capitarmi. 

  • Secondo te cosa può significare l’enorme successo che stanno ottenendo i Maneskin, possiamo dire che c’è un ritorno alla musica “ suonata”?

No!!!!!!

Come hai vissuto il duro momento del lockdown?

A dire il vero mi sento un po’ colpevole a dirlo, perché oggettivamente è stata una pagina di storia davvero drammatica sotto tutti i punti di vista. Le persone hanno perso lavoro, sogni, i propri amici o parenti, si sono divise e hanno iniziato a combattere tra di loro quando il problema è evidentemente da altre parti. Però se devo ragionare egoisticamente, e chiedo davvero scusa a tutti per la poca delicatezza, per me è stato un periodo che ha regalato molte soddisfazioni e in cui sono riuscito ad ottenere degli ottimi risultati, anche se all’inizio non è stato facile. Avevo una serie di concerti programmati all’estero in posti molto grandi, “IP” stava andando benissimo in termini di vendite e piazzamenti, ma nel giro di 2 giorni… puff! È crollato tutto. Avevo poche scelte, arrendermi e piangermi addosso come hanno fatto tanti altri (che evidentemente potevano permettersi di farlo), o rimboccarmi le maniche, reinventarmi per la millesima volta e fare tutto il possibile per sfruttare i pochi lati positivi che offriva questo periodo. Alla fine ho pubblicato 2 singoli, un album, un live in streaming con una grande produzione, la mia fan base è cresciuta e “grazie” alla chiusura e ai social media sono riuscito ad instaurare un rapporto ancora più stretto e fedele con i fan. 

Progetti futuri?

Ho davvero tanti progetti in ballo e sicuramente voglio portare a termine questo percorso di musica in italiano pubblicando un album. Al momento non ho date fissate per la release e non ci sto pensando molto, ma da settembre vedremo tutto con più chiarezza. Per il resto dovrei pubblicare un album live e il volume 2 di “Songs From the Lockdown”, ma dico sempre tante cose quindi non fidatevi di me.

I tuoi contatti?

Grazie per le vostre domande ed un saluto a tutti i lettori e ai miei fan, senza i quali non sarei davvero qua. Loro sono i veri capi! Mi trovate su Facebook come @thomasliberomusic, su Instagram con @thomaslibero_music e su YouTube come THOMAS LIBERO. 

Grazie a te, buona musica Thomas

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le nuove uscite e per non perderti nemmeno un articolo dei nostri autori! Basta solo la tua mail!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui