Dalle lettere ai colori

Articolo precedenteNel “Grand Hotel” di Sisto
Articolo successivoLa magia di Bert

La macchina da scrivere cromatica di Tyree Callahan

Tyree Callahan è un artista che vive nello stato di Washington (USA) e che ha ottenuto una grande popolarità nel 2012 quando la foto di una sua opera si è diffusa a livello internazionale grazie all’errata interpretazione fatta dal popolo del web.

L’arte concettuale, si sa, è sempre ostica da comprendere, e, nel caso di The Chromatic Typewriter, il fraintendimento ha messo in luce proprio questa difficoltà di lettura.

L’opera in questione consiste in una macchina da scrivere Underwood del 1937 la cui tastiera alfabetica è stata sostituita da una cromatica. L’artista voleva infatti mostrare come scrivere e dipingere siano in realtà processi simili perché entrambi traspongono una percezione individuale del mondo su supporti statici quali la carta o la tela.

Tyree Callahan – The Chromatic Typewriter

L’idea è nata quando Tyree ha posizionato uno dei suoi dipinti ad acquerello nel carrello di una Olivetti per aggiungervi sopra delle scritte.

L’artista ha sempre precisato che la sua macchina da scrivere non potesse realizzare un dipinto realistico perché il colore avrebbe dovuto essere riapplicato manualmente ogni volta che veniva utilizzato e perché tra una chiazza e l’altra rimaneva lo spazio solitamente lasciato tra le lettere per essere lette.

Il fraintendimento su cosa questo strumento potesse effettivamente produrre, ha però avuto la meglio sulle dichiarazioni dell’autore. Perciò gli ho domandato se in fondo il suo scopo fosse davvero condurre gli spettatori a questa fuorviante interpretazione.

Mi ha risposto: “Mi dispiace dire che non cercassi di far pensare ad altro che all’aspetto interessante dell’oggetto in sé. Qualsiasi significato più elevato o raggiro è stato puramente accidentale. Vorrei essere stato più lungimirante nel capire come i miei simili avrebbero reagito all’opera; avrei potuto preparare una spiegazione migliore o includere una più ampia definizione dell’aspetto unicamente concettuale del lavoro. Detto questo, sicuramente non sono dispiaciuto per l’illusione, almeno tanto quanto qualsiasi mago lo sarebbe.”

Tyree Callahan – The Chromatic Typewriter

Tyree non ha mai sentito la necessità di rendere la sua macchina funzionante perché il suo obiettivo principale era mostrare l’universalità delle espressioni creative in ogni settore, da quello scritto a quello visivo.

La sua opera è quindi una sorta di concretizzazione della sinestesia1 in quanto associa la scrittura dei caratteri alla stesura dei colori.

Gli ho chiesto perciò se pensasse che uno dei suoi dipinti potesse essere sostituito da una dettagliata descrizione testuale e viceversa, o se, a suo parere, esistesse un mezzo in grado di catturare al meglio tutti i sensi.

La risposta poteva essere scontata, considerando che stavo intervistando un pittore, ma ecco le parole dell’artista: “E’ una domanda interessante! Una poetessa, qui a Bellingham dove vivo, ha scritto una poesia ispirata ad un mio dipinto (Salish Atlas #104). Judy Kleinberg è un’abile scrittrice e i suoi versi catturano veramente l’essenza del luogo, forse più di quanto l’acquerello non faccia. Questa è la cosa più affascinante: l’esperienza condivisa della natura ha prodotto lavori interconnessi. È molto bello quando media differenti si completano a vicenda. Amo la natura e, per me, non esiste un modo per esprimere a pieno tutte le sue meraviglie.

Link utili: Sito web di Tyree Callahan
Profilo Instagram

English version: Tyree Callahan’s Chromatic Typewriter

Photo courtesy dell’artista


1 La sinestesia, dal greco ‘percepisco assieme’, è una figura retorica che consiste nell’associare parole riferite a sfere sensoriali diverse. Rinvia alla capacità di interpretare una sensazione determinata tramite elementi differenti.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le nuove uscite e per non perderti nemmeno un articolo dei nostri autori! Basta solo la tua mail!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui