“Cinquecento” è l’EP d’esordio di Renico: l’intervista

Author

Categories

Share

Disponibile su tutte le piattaforme digitali per Discographia Clandestina, “Cinquecento” è l’EP d’esordio di Renico, cantautore pugliese classe ’97.

Si tratta del progetto con cui l’artista racconta in cinque tracce-immagini una storia “già iniziata”, tra incomunicabilità e consapevolezza, rapporti umani e paesaggi evocativi.

 Si può dire che Renico abbia un approccio pop-cantautorale dal forte potere narrativo, un po’ come quello di un romanzo che cattura il lettore già dall’incipit. Infatti a rendere il sound ancor più coinvolgente non manca il groove un po’ americaneggiante tanto caro al chitarrista John Mayer.

Cinquecento è l’EP di esordio di un artista che esprime la sua esigenza di continuare a provare stupore davanti alle cose. Anche quando ti accorgi di aver sbagliato strada e ti senti perso, ma ti ritrovi davanti a un meraviglioso tramonto. Come ci spiega Renico, così è nata “Complanari”, una traccia che offre punti di vista inediti.

Che poi per essere creativi il primo passo è provare a cambiare prospettiva, no?

“Cinquecento” è l’EP d’esordio di Renico

E così Renico ci ha anche spiegato di aver iniziato a a suonare la chitarra perché da bambino “suonava bene il flauto”. Da adolescente poi ha deciso di unire la sua passione per la letteratura con quella per le sei corde.

In seguito ha sperimentato l’autoproduzione con un primo progetto cantautorale.

Oggi Renico mette in musica un’attitudine a metà fra sarcasmo e romanticismo tra corse contro il tempo e un po’ di malcelato cinismo, con l’EP d’esordio “Cinquecento”.

La produzione di “Cinquecento” è stata curata da RafQu (LefrasiincompiutediElena) che ha reso il progetto riconoscibile, fresco e personale.

Dunque possiamo affermare che Renico è un artista che con sincerità e con una chitarra come alleata decide di condividere storie autentiche e perché no, condivisibili.

Noi di Indielife l’abbiamo intervistato: guarda il video della nostra conversazione con Renico!

Fonte: Conza Press

Author

Share

Articolo precedenteIL SALTO
Prossimo articoloBarona rap