“Confusa” come Benedetta: intervista e videoclip

Di Benedetta, avevamo già avuto modo di parlare: autoironia e un sacco di vitalità per un esordio che sembra essere solo il primo passo di una rinascita attesa a lungo. In occasione dell’uscita del videoclip del brano – diretto da una vecchia conoscenza della scena, Francesco Quadrelli – le abbiamo fatto qualche domanda. Per chi arriverà alla fine dell’intervista, la sorpresa dell’anteprima di un video che non vorrete perdervi.

Ciao Benedetta, bentrovata su Indielife. Partiamo subito con una domanda “calda”: la più grande paura che hai.     

Ciao! Ci vogliamo subito togliere il sassolino dalla scarpa, eh? E’ la prima canzone che pubblico e quindi di paure ne ho tante, ma sai cosa ti dico? Non ci penso e mi godo il momento!

Qual’è il tuo primo ricordo legato alla musica? Facci sentire dei nostalgici veri!     

I miei primi ricordi legati alla musica mi riportano a casa della nonna e ai concerti davanti allo specchio con “Vola colomba”, “Nel blu dipinto di blu”  e “Un amore così grande”… Che tempi!

Da qualche giorno, è disponibile su tutte le piattaforme digitali “Confusa”, il tuo primo singolo. Autoironica confessione a te stessa o atto terapeutico, per dirti che in fondo vai benissimo così come sei?     

Sono partita con l’intenzione in questo primo inedito di descrivermi in maniera autoironica e divertente. Spero di essere riuscita a far passare quello che sono: un’eterna bambina, che non ha mai smesso di divertirsi e di ridere sulla vita (e sopratutto, di me stessa!).

Come ti sei sentita nel momento in cui hai realizzato che dopo tanto tempo avresti finlmente coronato il tuo sogno di lanciarti nel grande oceano della musica? Non ti ha un po’ spaventato?     

Sono ancora spaventata e forse ancora non mi rendo conto che finalmente sta succedendo. Però finché questa speciale “bolla” dura, me la godo. Insomma, la mia risposta resta sempre questa!

Raccontaci un po’ come nascono le canzoni di Benedetta: sei una scrittrice solitaria o lavori in team?      

Parto da quello che voglio raccontare e cerco di trovare delle melodie che mi permettano di esprimere il concetto in maniera ironica; l’ironia, lo sguardo cinicamente comico che getto su me stessa, diventa il modo migliore per esorcizzare tante paure. In questo senso sono stata affiancata dalla mia vocal coach M.stra Romano, che mi ha aiutato a dare un “senso” musicale a quello che volevo dire.

Oggi tutti sembrano voler arrivare subito, scrivendo pezzi pre-confezionati che facciano il verso a questa o quell’altra star del momento; tu, invece, vai in direzione ostinata e contraria e tiri fuori una canzone leggera, dalle sonorità swing alla Simona Molinari, alla Nina Zilli. Ho beccato qualche riferimento musicale o sono totalmente fuori strada?     

Assolutamente, hai centrato in pieno il riferimento e lo stile musicale. Credo che ognuno debba mantenere integra la propria personalità musicale pur andando contro corrente rispetto alle mode del momento.

Una tua riflessione sul momento che l’Italia sta vivendo, e sopratutto sulla gestione della cultura, dei teatri e del settore dello spettacolo.     

Non è un momento facile, mai mi sarei aspettata qualcosa di simile. Sono state prese decisioni difficili che hanno toccato la  vita di tutti noi; io sono positiva e spero che questi sacrifici vengano ripagati il prima possibile.

Dicci solo questo, salutandoci: ci hai preso gusto, oppure dovremmo aspettare tanto prima di riascoltarti?   

Non mi fermo di certo ora, ci sono novità in cantiere!

IN ANTEPRIMA OGGI PER INDIELIFE E DA DOMANI IN USCITA SU YOUTUBE, IL NUOVO VIDEOCLIP DI BENEDETTA “CONFUSA”, CON LA REGIA DI FRANCESCO QUADRELLI:

Share

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -
Share
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram