Memento: testimoniare l’incertezza

Memento non ha paura del buio

Memento è uno dei casi discografici della scena indie di questa fine 2020. Il suo disco Memento non ha paura del buio, distribuito da Asian Fake, è uno dei lavori più chiacchierati di questo periodo.
Si tratta di un album composto da 7 tracce che spiccano per la qualità delle produzioni e dei testi. Memento non ha paura del buio è un’immersione nelle emozioni dell’artista milanese, che però permea di sogno i suoi racconti di solitudine, abbandono ed incertezze.
Sotto la doppia egida di Asian Fake e Rodrigo d’Erasmo, violinista degli Afterhours che appare in Non lo sai, Memento è un classe 2002 su cui val la pena scommettere.

Nel segno di una generazione smarrita

Memento è un prospetto interessante e si inserisce giocoforza nel novero di quei musicisti che, come Psicologi ed Ariete, si fanno portavoce del disorientamento della generazione nata dopo il 2000. Con tre crisi (economica, sanitaria e climatica) da affrontare, nati e cresciuti nel pieno della postmodernità, così povera di riferimenti e appigli stabili, questi ragazzi vivono nell’incertezza, nella costruzione dell’identità fai-da-te e nel vivere andando per tentativi.
Memento non ha paura del buio è un disco che consola perché rappresenta l’esperienza di tantissimi giovani. Essi infatti possono rispecchiarsi nei testi del cantante, peraltro loro coetaneo, perché vedono narrati la loro vita, i loro dubbi e le loro incertezze.
Questo disco non è solo un apprezzabile prodotto musicale, ma è un’ulteriore tessera in un puzzle che rappresenta un grido d’aiuto ma anche una dichiarazione d’indipendenza e di sfiducia da parte delle generazioni che hanno portato la realtà alla situazione attuale.
La musica è ottima, i testi sono godibili, le produzioni eccellenti; ma basta il suo valore didascalico di quest’epoca a suggerire l’ascolto di Memento non ha paura del buio.



Share

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le nuove uscite e per non perderti nemmeno un articolo dei nostri autori! Basta solo la tua mail!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Share