“I calendari” di Dimartino

Author

Categories

Share

I Calendari – Dimartino

Quando arriva il mese di settembre la canzone che mi ronza tantissimo nelle orecchie, oltre ai 40 secondi di niente dei Verdena, è I Calendari di Dimartino. Questo singolo, che ho sentito per la prima volta nella versione duetto con Cristina Donà, mi avvolge mentalmente ad ogni ascolto, mi suscita delle emozioni ogni volta e mi trasmette tantissima dolcezza. Penso sia un singolo da ascoltare in un mattino di pioggia, adatto a chi vuole rilassare la mente e sognare ad occhi aperti magari ricordando un amore passato o pensando a un amore presente.

E sembra che non finisca mai settembre e se domani cambierò vestiti Tu riconoscimi dagli occhi o dalle linee delle mani, basterà

dal testo “I Calendari”

Un’altra versione del singolo I Calendari ho avuto l’opportunità di ascoltarla dal vivo questo 5 settembre all’Auditorium parco della musica di Roma. Si è esibito insieme al cantante un altro esperto dell’indie Colapesce. I due hanno eseguito insieme il pezzo I Calendari con un’armonia eccezionale e emozionando tutti gli spettatori. Si sentiva nell’aria il piacere di riascoltare un singolo non più nuovo oltre alle voci degli spettatori che cantavano.

Un paese ci vuole

Il singolo I Calendari fa parte dell’album Un paese ci vuole uscito nel 2015 prodotto da Picicca/Sony Music e pubblicato dalla Universal. Sono molti i singoli intensi di questo album. Ad esempio Niente da dichiarare che è un inno alla libertà, a una vita senza rimpianti…

Non pensare a quello che hai lasciato a casa

sono solo cose e le cose prima o poi diventano rovine

Dal testo Niente da dichiarare

Così come è intenso un altro estratto di questo album dal titolo La foresta che è il brano cantato insieme a una band molto forte dell’indie italiano: Le luci della centrale elettrica. Tra i singoli più apprezzati di Un paese ci vuole non posso che nominare La vita nuova. Questa vita nuova di cui parla Dimartino è così attuale e tangibile che lascia a bocca aperta quanto le sue parole siano reali. Il testo si basa sul concetto L’erba del vicino è sempre più verde ironizzandolo e trattandolo dal punto di vista di chi rimane nel suo paese d’origine e ascolta le parole di chi è partito ed è poi ritornato…

E i figli della nuova Europa scappati dopo la maturità ritornano per le vacanze e non vanno più via.

dal testo La vita nuova
Dimartino

Brevi conclusioni

Le parole di Dimartino parlano molto spesso di nostalgia, di rimpianti, ma con una positività forte, con il costante consiglio, che pare un po’ dato a sé stesso, di agire, di non lasciarsi incastrare da ciò che non è importante, da sentimenti che fanno star male, da perdite di tempo, da persone negative.

Il mio consiglio è quello di ascoltare la musica di Dimartino che, personalmente, penso sia come una medicina per l’anima. Le date del tour I Mortali sono ancora accessibili! Non perdere l’occasione di ascoltare dal vivo Dimartino e Colapesce!

Author

Share